Allergia agli occhi: come superarla con un collirio adatto

allergia-agli-occhi-collirio

Oggi pomeriggio vedrò Lara, abbiamo appuntamento per studiare insieme. Tutte le volte che ho preparato un esame con lei ho sempre preso un bel voto.
Stamattina non è passata in facoltà; doveva fare una visita dall’allergologo, ma non mi ha detto molto di più, l’ultima volta in aula aveva gli occhi gonfi e rossi.
Per comodità ci siamo date appuntamento al parco, è a metà strada per entrambe. Prima di andare però mi fermerò al distributore automatico, voglio prendere degli snack e qualche bibita per rifocillarci durante lo studio.

Eccola arrivare:“Allora Lara, com’è andata la visita?”. “All’inizio pensavo bene, ma spero che dal patch test non esca fuori nulla di particolare”. Mi ha spiegato che l’allergologo, in un primo momento, si era accertato che non reagisse ad allergeni come pollini, muffe o acari della polvere ma che, non avendo riscontrato particolari problemi, le aveva chiesto di sottoporsi anche al patch test. “Adesso dovrò tenere questi ‘cosi’ addosso ed aspettare qualche giorno”.

La vedevo molto innervosita, così per farla ridere le ho detto che ci saremmo riviste per studiare ancora insieme soltanto quando una volta tolto i cerotti avrebbe fatto una bella doccia. Mi ha sorriso; così abbiamo cominciato a studiare.

Occhi gonfi e altri sintomi dell’allergia al nichel

Quando facemmo la prima pausa capii che Lara temeva per l’esito del patch test. “E se fossi allergica? Ecco, guarda comincio a grattarmi dappertutto”. Questa volta la presi sul serio e cercai di tranquillizzarla. “Lara sei soltanto nervosa, non stai avendo nessuna reazione allergica. Non hai niente, vedi” – indicandole la parte dell’avambraccio che si era grattata poco prima – “e poi se ti avesse provocato una dermatite da contatto l’allergologo se ne sarebbe accorto subito”.
“Si, ho gli occhi arrossati e spesso di sera mi lacrimano. Hai visto anche tu l’altra mattina in aula come erano gonfi”.

Collirio per l’allergia

Oggi è il giorno dell’esame. Lara mi starà aspettando già nei corridoi, pronta per entrare in aula. I risultati del patch test sono stati negativi e si è tranquillizzata nell’ultima settimana. L’allergia agli occhi non è poi così intensa come credeva. Abbiamo dormito poco e studiato tanto nell’ultimo mese e i suoi occhi ne risentivano.
Da quando sta usando Octilia antistaminico congestionante ha alleviato il rossore e la lacrimazione degli occhi.

Eccola. Oggi è davvero bella e sorridente. Sono felice che sia riuscita a risolvere il suo fastidio agli occhi; adesso, però, ci aspetta un esame da superare e dobbiamo assolutamente concentrarci.

*Octlia allergia e infiammazione è un medicinale. Leggere attentamente il foglio illustrativo. Autorizzazione del 16/04/2020